Il cuore dell'avaro

Seguici su

In una località della Toscana si stanno celebrando con solennità i funerali di un uomo molto ricco. Al funerale è presente Antonio, che, scosso da un'ispirazione, si mette a gridare che quel morto non va sepolto in luogo consacrato, perché il cadavere è privo di cuore.

I presenti rimangono sconvolti e inizia un’accesa discussione. Alla fine vengono chiamati dei medici, che aprirono il petto al defunto. Il cuore non è effettivamente nella cassa toracica e viene poi rinvenuto nella cassaforte dov'era conservato il denaro.

Guarda la video-meditazione su questo miracolo a cura di p. Mario Conte


Immagine: S. Antonio e il cuore dell' avaro, Francesco Vecellio (attribuito), 1511 – 12, Scuola del Santo, Sala Adunanze – fotografia di Giorgio Deganello – fototeca MSA