L'incontro con Ezzelino

Seguici su

Antonio fu il difensore dei poveri, sempre e dappertutto, sfidando a viso aperto gli oppressori. Basti richiamare un solo episodio: l’incontro con il famigerato Ezzelino da Romano. Quando infatti viene a sapere di una terribile strage di uomini perpetrata dal temuto tiranno presso Verona, lo vuole incontrare e gli riserva parole durissime:

"O nemico di Dio, tiranno spietato, cane rabbioso, fino a quando continuerai a versare sangue innocente di cristiani? Ecco, ti pende sopra il capo la sentenza del Signore, terribile e durissima!".

Ma la reazione di Ezzelino è inaspettata: invece di dare l’ordine alle sue guardie di trucidare il frate francescano, comanda che sia allontanato senza violenza. E aggiunge:

"Commilitoni, non stupitevi di ciò. Vi dico in tutta verità, che ho visto emanare dal volto di questo padre una specie di fulgore divino, che mi ha atterrito al punto che, di fronte a una visione così spaventosa, avevo la sensazione di precipitare subito all'inferno".

Guarda la video-meditazione su questo miracolo a cura di p. Mario Conte


Immagine: Sant' Antonio affronta Ezzelino, Gian Antonio Corona, 1510, Scuola del Santo, Sala Adunanze – fotografia di Giuliano Ghiraldini dopo i restauri del 2005  – fototeca MSA