I contatti con Francesco d’Assisi

Seguici su

Queste due straordinarie figure della storia del cristianesimo furono dunque contemporanee, anche se per pochi anni, dal 1220 al 1226. Ma riuscirono mai ad incontrarsi di persona? Sì, anche se i contatti di cui siamo informati si riducono a soli tre momenti.

Due di questi sono in contesti collettivi: nel 1221 Antonio partecipa al Capitolo delle Stuoie, ad Assisi, dove per la prima volta vede e ascolta Francesco; nel 1224 invece - secondo la leggenda - Francesco appare miracolosamente al Capitolo di Arles, mentre Antonio tiene un sermone ai frati sul tema della croce.

Più importante invece è la terza modalità di contatto, la testimonianza del biglietto che Francesco invia ad Antonio tra il 1223 e il 1224, nel quale lo autorizza ad insegnare la teologia ai frati, pur facendo attenzione che ciò non vada a scapito della preghiera. Il significato di questo biglietto consiste nell'investitura di Antonio a predicatore e maestro di teologia da parte di Francesco.