News

Pubblicato il 16 Maggio 2019

Cultura, arte e committenza nella Basilica di Sant’Antonio a Padova tra Ottocento e Novecento

Convegno internazionale di studi dal 22 al 24 maggio nella Sala Studio Teologico al Santo

Dal 22 al 24 maggio si terrà nella Sala dello Studio Teologico del Santo il convegno internazionale di studi dedicato alla storia artistica, religiosa e culturale del Basilica di Sant’Antonio nel passaggio tra XIX e XX secolo.

L’iniziativa, promossa e organizzata dal Centro Studi Antoniani - Istituto di ricerca scientifica della Provincia Italiana di Sant’Antonio dei Frati Minori Conventuali - in collaborazione con Università Iuav di Venezia e il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, prevede tre giornate dedicate alla presentazione di ventisei contributi di studi e ricerca sulla Basilica di Sant’Antonio tra Ottocento e Novecento.

A margine del convegno sono inoltre previsti due ulteriori momenti culturali che si terranno mercoledì 23: alle ore 18.30 l’inaugurazione della mostra curata e promossa dalla Veneranda Arca di S. Antonio “Il Santo com’era” allestita nelle Salette del Museo Antoniano (ingresso direttamente dal Chiostro del Beato Belludi) e alle ore 18.45 il Concerto d’organo con brani di Giovanni Tebaldini, Luigi Bottazzo e Oreste Ravanello in Basilica diretto dal maestro Alessandro Perin.

«Il simposio – spiega p. Luciano Bertazzo, direttore del Centro Studi e presidente del Comitato scientifico organizzatore – affronterà l’evoluzione culturale e architettonica della Basilica, il suo dialogo con lo spazio urbano padovano e con altri grandi cantieri dell’Italia pre e post-unitaria, come il Duomo di Milano, il complesso basilicale di Loreto e quello di San Francesco a Bologna, Santa Maria del Fiore a Firenze. Saranno approfondite alcune delle principali figure artistiche che si alternarono nel completamento delle opere pittoriche all’interno della basilica, con particolare attenzione al ruolo di Camillo Boito e ai suoi interventi di revisione degli spazi. Le complesse vicende storiche del periodo attraverso la rilettura delle fonti archivistiche daranno una chiave di approfondimento delle scelte artistiche compiute. Non mancheranno contributi anche sull’attività musicale della Cappella Musicale del Santo e l’arte organaria in quegli anni. Infine l’avvento della fotografia, che per la prima volta fissa l’immagine della basilica e il suo contesto urbano circostante. Tutti interventi che vedranno la luce in un volume di Atti che si spera di poter pubblicare in tempi ragionevoli».

Programma completo su www.centrostudiantoniani.it

 

INFO:

Il convegno e gli eventi collegati sono a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento dei posti in sala; non è necessaria preiscrizione al convegno o prenotazione agli eventi.

Segreteria organizzativa: Centro Studi Antoniani - Piazza del Santo 11 - 35123 PADOVA - tel. 049 8603234 - segreteria@centrostudiantoniani.it