Prima video-meditazione: "Beati voi che pregate Dio, perché non sarete mai soli"

Tredici martedì con sant'Antonio, 14 marzo 2017
A cura di p. Giancarlo Zamengo, direttore generale del "Messaggero di sant'Antonio"

Seguici su

Ascoltiamo

«Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete,
bussate e vi sarà aperto». (Lc 11,9)

Meditiamo

Sono tante le persone che, ogni giorno, chiedono a noi frati un aiuto nella preghiera, affidando al Signore le proprie necessità, per l’intercessione di sant’Antonio. È importante bussare “insieme” al cuore del Padre. Lo consideriamo un dono e una responsabilità. Dono, perché contempliamo la forza di Dio che opera “grandi cose” grazie al nostro fratello Antonio. Responsabilità, perché quando una persona ti affida un pezzetto della sua vita, senti che è il Signore stesso che ti chiede di prenderti cura di lei, dei suoi bisogni materiali e spirituali. Di essere Sue braccia, Sua voce, Suo cuore.

La parola di Papa Francesco

«La povertà cristiana è che io do del mio e non del superfluo, anche del necessario, al povero, perché so che lui mi arricchisce. E perché mi arricchisce il povero? Perché Gesù ha detto che Lui stesso è nel povero. Gesù agisce in me quando faccio questo e in lui per arricchirmi».

Riflettiamo

  • Gesù ricorda che i poveri saranno sempre con noi: io so stare sempre in mezzo a loro e al loro fianco nel nome di Cristo?
  • l Quale posto hanno i poveri nella mia vita personale e comunitaria, nella mia casa e nel bilancio famigliare?
  • l Quale orecchio, cuore e mano trova in me il povero che mi viene incontro?

Preghiera a sant'Antonio

O Dio, rendici degni di servire i nostri fratelli, da un capo all'altro del mondo. Dona loro, in questo giorno, attraverso le nostre mani, il loro pane quotidiano e il tuo confortevole amore, dona loro pace e gioia. Donami la grazia di vedere i bisogni degli altri e di dividere con loro i doni che mi hai dato.