Eventi

Pubblicato il 19 Maggio 2017

La Madonna filo rosso del Giugno Antoniano 2017 in programma dal 27 maggio al 24 giugno.

Al via l'undicesima edizione della tradizionale rassegna di eventi in onore del Santo. Evento clou la presentazione di un'opera inedita su san Massimiliano Kolbe di padre Ruffato e Roberto Fabbriciani. Ospite d’eccezione il filosofo Massimo Cacciari

Seguici su

È la figura della Vergine Maria a fare da filo rosso al Giugno Antoniano 2017, la tradizionale rassegna di eventi in onore del Santo di Padova segnata quest’anno dai centenari delle apparizioni mariane a Fatima e della fondazione della “Milizia dell’Immacolata” da parte di san Massimiliano Kolbe, francescano conventuale martire ad Auschwitz. 

Il tema dell’edizione 2017 del Giugno Antoniano è racchiuso anche nell’immagine-simbolo della manifestazione: un particolare dell’affresco di Pietro Liberi Gloria di sant’Antonio (1665), conservato nella sacrestia della basilica antoniana, che raffigura la Vergine e Gesù bambino che accolgono il Santo al suo arrivo in cielo tra un tripudio di angeli.

Molti gli appuntamenti in programma: oltre ai momenti spirituali (la tradizionale Tredicina con i pellegrinaggi al Santo di tutte le Diocesi del Veneto), anche convegni, incontri culturali, concerti, opere teatrali, visite guidate dell’antico complesso antoniano, itinerari artistico-religiosi in città, manifestazioni podistiche e d’arte.

Il programma in sintesi

vai al calendario degli eventi

Si inizia con il “Cammino di sant’Antonio”, pellegrinaggio a piedi da Camposampiero a Padova nella notte tra 27 e 28 maggio. I festeggiamenti in onore di sant’Antonio culminano nella rievocazione storica del “Transito di sant’Antonio” il 12 giugno e, ancor più, nelle celebrazioni religiose del 13 Giugno, Solennità di sant’Antonio, con le sante messe in Basilica e la processione per le vie della città. Le celebrazioni principali delle 10, delle 11 e delle 17 saranno trasmesse in diretta streaming sul sito www.santantonio.org.

Novità di quest’anno per pellegrini e camminatori è da venerdì 2 a domenica 4 giugno “In cammino con il Santo”, un secondo pellegrinaggio a piedi che parte da Bassano del Grappa per arrivare, via Castelfranco Veneto e Camposampiero, a Padova.

Molte anche le novità, come la riscoperta di antichi luoghi antoniani. È il caso dell’Oratorio di Santa Maria dei Colombini (fatto edificare da frate Antonio nel 1227, al tempo della sua prima venuta a Padova, e nel quale si riuniva un gruppo di penitenti, da lui convertiti e istruiti) riaperto eccezionalmente per il Giugno Antoniano

Ricco il programma di visite guidate gratuite. Giovedì 1 giugno padre Paolo Floretta guiderà “Via Marialis”, una visita in notturna dedicata ai principali capolavori artistici a soggetto mariano nella Basilica del Santo letti in chiave simbolica e teologica. L’itinerario verrà replicato anche in vari orari diurni (prenotazione obbligatoria per tutte le date su www.santantonio.org/visiteguidate-ga2017). Verranno organizzate anche visite guidate al Museo Antoniano, alla Scoletta del Santo e un particolare itinerario in città intitolato “Il culto alla Vergine Maria nelle chiese padovane”. 

Ha un taglio sociale e solidale “Il sogno di Layla” di martedì 6 giugno alle 21.00 nella Sala dello Studio Teologico del Santo, serata per presentare il “Progetto 13 Giugno 2017” della Caritas Antoniana Onlus. L’ente caritativo dei frati del Santo nel 2016 ha sostenuto 124 progetti in 40 Paesi del mondo, per un totale di 2 milioni e 640mila euro investiti con l’obiettivo di favorire un autosviluppo partecipato e sostenibile.

A sintetizzare e sublimare il filo conduttore mariano e kolbiano delle proposte del Giugno Antoniano 2017 sarà, il 23 giugno, una prima nazionale assoluta: l’oratorio “Grande, grande amore” sulla figura di Massimiliano Kolbe, innamorato di Maria, la madre immacolata di Gesù. L’opera per soli, coro, voci recitanti e orchestra è scritta da padre Luigi Francesco Ruffato, animatore culturale del Santo, e musicata da Roberto Fabbriciani.

Il compositore si esibirà al Santo con l’Orchestra di Padova e del Veneto, il Kolbe Children’s Choir e la Polifonica Benedetto Marcello di Venezia. A presentare la serata e illustrare il senso della testimonianza di padre Kolbe sarà un’ospite d’eccezione, il filosofo Massimo Cacciari.

Dedicati a Kolbe anche due appuntamenti al Santo per i “100 anni della Milizia dell’Immacolata”. I pomeriggi kolbiani con consegna delle medaglie miracolose, emblema del movimento mariano, prevedono momenti spirituali, come il rosario delle 15.00, e culturali con l’inaugurazione il 17 giugno alle 16.00 della mostra sulla figura di padre Kolbe in Sala dello Studio Teologico e nei chiostri. La mostra sarà visitabile fino al 25 giugno.

Download

Comunicato stampa

Depliant con il programma della manifestazione

Locandina

Fotografie della conferenza stampa del 19 maggio 2017:

Fotografia 1

Fotografia 2

Fotografia 3


Il Giugno Antoniano è organizzato da Comune di Padova, Pontificia Basilica del Santo, Provincia di S. Antonio di Padova dei Frati Minori Conventuali, Coordinamento di Pastorale cittadina della Diocesi di Padova, Veneranda Arca di S. Antonio, Messaggero di sant’Antonio Editrice, Arciconfraternita di Sant’Antonio, Centro Studi Antoniani. La realizzazione della manifestazione è stata possibile grazie al contributo della Fondazione Cariparo (Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo), della Cassa di Risparmio del Veneto, della Fondazione Antonveneta, che nel nome di Antonio valorizzano il territorio con i loro molteplici interventi e che, anche quest’anno, hanno voluto credere nel messaggio del Giugno Antoniano. La rassegna ha ricevuto inoltre il patrocinio della Nuova Provincia di Padova, dei Comuni di Camposampiero e Anguillara Veneta, dei Dipartimenti dei Beni Culturali e di Scienze Storiche Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova.