Undicesima video-meditazione: "Beati voi che rispondete alla vocazione, perché la vostra vita avrà un senso"

Tredici martedì con sant'Antonio, 23 maggio 2017
A cura di p. Alberto Tortelli - Giovani e Vocazione

Seguici su

Ascoltiamo

«Gesù vide un uomo, seduto al banco delle imposte, chiamato Matteo, e gli disse: “Seguimi”. Ed egli si alzò e lo seguì». (Matteo 9, 9)

Meditiamo

Seguimi: un invito che il Signore Gesù continua a rivolgere a tanti giovani, uomini e donne del nostro tempo. Seguimi: un invito che nasce prima di tutto da un Suo sguardo d’amore e di predilezione, inaspettato, forse immeritato, che lascia stupiti e sorpresi. Seguimi: un invito a mettersi al suo servizio, sui suoi passi, per condividerne la missione e la vita, per annunciare ancora speranza e bellezza dietro a Lui. Seguimi: un seme innestato nei desideri del cuore che, per portare frutto, chiede ascolto fiducioso e abbandono senza riserve.

La parola di Papa Francesco

«La priorità dell’annuncio vocazionale non è l’efficienza di quanto facciamo, ma piuttosto l’attenzione privilegiata alla vigilanza e al discernimento. È avere uno sguardo capace di scorgere la positività negli eventi umani e spirituali che incontriamo; un cuore stupito e grato di fronte ai doni che le persone portano in sé, mettendo in luce le potenzialità più dei limiti».

Riflettiamo

  • Qual è il senso profondo che sto dando alla mia vita?
  • Ho mai udito nel mio cuore l’invito a seguire il Signore più da vicino? 
  • Cosa o chi mi impedisce di consegnare la mia vita a Lui?

Preghiamo

Ti preghiamo o Signore, perché continui a benedire e ad arricchire la tua Chiesa con i doni delle tue vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e continuino a rallegrare la Chiesa con la generosità e la fedeltà delle loro risposte. Così sia. (Paolo VI)