Rassegne culturali

Pubblicato il 05 Dicembre 2016

“Ognuno è risorsa: la potenza della fragilità”, al Santo si parla di disabilità nell'ultimo incontro della rassegna “Nuove sfide e nuove risposte: i testimoni”

Martedì 6 dicembre ore 20.45 - Sala dello Studio Teologico, Basilica del Santo

Seguici su

Luca Ramigni, della Fondazione Fontana - Saint Martin Kenya, e Guido Marangoni, papà di Anna, una bambina affetta da sindrome di Down, e ideatore della pagina Facebook “Buone notizie secondo Anna”, saranno i protagonisti dell’incontro dedicato alla disabilità “Ognuno è risorsa: la potenza della fragilità”, che si terrà martedì 6 dicembre, alle 20.45 nella Sala dello Studio Teologico della Basilica del Santo. A introdurre l’ultimo appuntamento della rassegna “Nuove sfide e nuove risposte: i testimoni”, sarà Anna Soatto dell’Associazione Amici di don Giorgio Ronzoni Onlus.

Partendo dall’esperienza di Fondazione Fontana con il Saint Martin in Kenya, un’organizzazione locale che si occupa di persone in difficoltà, la serata si focalizzerà sull’importanza dell’incontro con le fragilità e quanto questo possa trasformare le nostre vite indipendentemente dal luogo e dal contesto dove si vive.

Nel corso della serata verranno proiettati due filmati: il primo, La Sedia di Cartone, è un documentario di Marco Zuin e Luca Ramigni che racconta la relazione di una mamma con il suo bambino disabile e di come un ausilio, fatto con materiale riciclato, possa non solo migliorare la postura ma anche essere strumento che facilita l’incontro con l’altro.

Il secondo è il talk La Potenza della Fragilità di Guido Marangoni al TEDx. «Esiste una dimensione della fragilità molto potente, ma spesso la teniamo nascosta – commenta Marangoni - Accade poi che la vita riservi incontri dove disabilità e fragilità si abbracciano e si riconoscono. Ciò che sembrava lentezza diventa tempo, ciò che sembrava limite diventa spazio, ciò che nascondevi e credevi debole diventa la tua più grande forza».

---

Luca Ramigni, 48enne padovano, dopo aver conseguito il titolo alla scuola di Terapisti della Riabilitazione nel 1994 per dieci anni ha lavorato a Padova nell’ambito della disabilità infantile, prima alla Nostra Famiglia, poi alla Fondazione Robert Hollman. Dal 2004 al 2009 è stato in Kenya a Nyahururu al St. Martin CSA nel Programma Comunitario per Persone con Disabilità coordinandone le attività. Questa organizzazione locale keniota lavora con un approccio comunitario, secondo cui è la comunità stessa a farsi carico dei bisogni delle persone più vulnerabili: il suo obiettivo diretto non sono i beneficiari dell’assistenza, ma la promozione di solidarietà all’interno della comunità, attraverso il coinvolgimento di volontari che possano prendersi cura dei più bisognosi. Nel 2010 Ramigni lascia il lavoro di fisioterapia per collaborare con Fondazione Fontana nei programmi di cooperazione internazionale e di coinvolgimento comunitario.

Guido Marangoni, classe 1970, è sposato con Daniela e padre di Marta, Francesca e Anna, quest’ultima con quel famoso cromosoma in più che tanto spaventa. Ingegnere in informatica, fonda nel 2002 Amanistart una IT Company (amani è una parola swahili che significa pace). Si specializza nello sviluppo di app, in sicurezza informatica e tutela dei minori on-line, facendo conferenze nelle scuole per studenti, insegnanti e genitori. Nel 2007 decide di salire sul palcoscenico portando in scena lo spettacolo comico “Punti di viSta - Spunti di vita” da lui scritto e interpretato. Inizia così a portare i suoi spettacoli nei teatri e a collaborare anche con il laboratorio artistico Zelig di Milano. Nel 2015 è stato speaker ufficiale al TEDx con il suo talk “La potenza della fragilità”.

Informazioni

L’ingresso è libero.

Ufficio informazioni Basilica del Santo,
tel. 049.8225652 - email infobasilica@santantonio.org